Benvenuti nel nuovo forum aggiornato.

L'APPELLO DI NAPOLITANO

Discussioni civili su argomenti politici, locali o nazionali.

Moderatore: MODERATORE

Rispondi
Mimmo
GURU del Forumanicomio
Messaggi: 5612
Iscritto il: 30 ago 2007, 23:58
Località: Provincia di roma

L'APPELLO DI NAPOLITANO

Messaggio da Mimmo » 05 set 2011, 22:34

«Nessuno può sottovalutare il segnale allarmante rappresentato dall'odierna impennata del differenziale tra le quotazioni dei titoli del debito pubblico italiano e quelli tedeschi. È un segnale di persistente difficoltà a recuperare fiducia, come è indispensabile e urgente - sottolinea il capo dello Stato in una nota -. Si è ancora in tempo per introdurre in Senato nella legge di conversione del decreto del 13 agosto misure capaci di rafforzarne l'efficacia e la credibilità. Faccio appello a tutte le parti politiche perché sforzi rivolti a questo fine non vengano bloccati da incomprensioni e da pregiudiziali insostenibili».
«Lasciate che chi non ha voglia di combattere se ne vada. Dategli dei soldi perché acceleri la sua partenza, dato che non intendiamo morire in compagnia di quell'uomo. Non vogliamo morire con nessuno ch'abbia paura di morir con noi».
Mimmo
GURU del Forumanicomio
Messaggi: 5612
Iscritto il: 30 ago 2007, 23:58
Località: Provincia di roma

Re: L'APPELLO DI NAPOLITANO

Messaggio da Mimmo » 05 set 2011, 22:36

PRESSING SULLE PENSIONI - Secondo fonti interne alla maggioranza, nell'incontro con i vertici del Carroccio in via Bellerio, Tremonti avrebbe tentato - sostenuto in diretta da una telefonata di Berlusconi - di convincere Bossi a dire sì a un intervento sulle pensioni. L'obiettivo era convincerlo ad accettare un innalzamento graduale dell'età pensionabile delle donne dal 2012 e non dal 2016 e di intervenire sulle pensioni di anzianità portando le «quote» a 97 nel 2012, 98 nel 2013 fino ad arrivare con graudalità a 100. Bossi però sarebbe stato irremovibile.


Stessa materia che provocò il contenzioso tra i due nel primo governo Berlusconi del 1994

passati 17 anni siamo di nuovo li al punto di rottura.
«Lasciate che chi non ha voglia di combattere se ne vada. Dategli dei soldi perché acceleri la sua partenza, dato che non intendiamo morire in compagnia di quell'uomo. Non vogliamo morire con nessuno ch'abbia paura di morir con noi».
Rispondi